Vado a casa – formato digitale

2,50

Autore: Ettore Mazza
Titolo: Vado a casa
Collana:
Pagine: 12, a colori, formato 16,5 x 23 cm

Categoria: Tag:

Descrizione

Vado a casa

di Ettore Mazza

Un paese di provincia completamente deserto. Un ragazzo adolescente va a prendere il bus dopo essere stato a casa della sua ragazza.

L’autore, attraverso una narrazione asettica e distaccata, espone una storia minima, dove un atmosfera e una sensazione di estraneità permeano ogni cosa. La regia fredda e ordinata insieme ai colori piatti creano un certo respiro, un lento ritmo scandito dall’alternanza tra i paesaggi ordinari della cittadina deserta e le didascalie che ci fanno entrare nelle sensazioni del personaggio.

La lettura di Vado a casa, ci riporta all’adolescenza, ai sentimenti misteriosi che non si sa interpretare e che riempiono ogni momento libero.

I disegni di Ettore Mazza sono assimilabili a quelli classici della narrativa a fumetti francese e italiana: disegno pulito, ordinato, prevalentemente in bianco e nero. Il tratteggio inizialmente derivato da quello di Toppi diventa poi più personale, fitto, e descrive texture e pattern di foglie, erba, pellicce, rocce, terra. La chiarezza e la leggibilità dell’immagine passano in secondo piano, in virtù del dettaglio. Paesaggio e dell’ambiente sono sempre presenti e curati, vivi e partecipativi come un personaggio.

Le storie di Ettore si sviluppano su due versanti. Da un lato l’attenzione alla sua generazione e il ruolo/vissuto del giovane oggi, tra adolescenza e post-adolescenza, attraverso storie di eventi piccoli e intimi. Dall’altro c’è la passione per la preistoria e la vita nei boschi, la natura, il richiamo di una possibile vita più semplice ma migliore.

Vado a casa fa parte della collana dei librini monografici di Brace: racconti brevi o medi dalla mano di un unico autore. Inizialmente pubblicato insieme a Karma di Kalina Muhova in una ridottissima tiratura di 100 copie, ora è esaurito e disponibile solo in versione digitale. Della stessa collana fanno ora parte anche Non ci tocchiamo mai veramente di Francesco Saresin e Ho bisogno di una vacanza sempre di Ettore Mazza.

Puoi vedere alcuni dettagli di Vado a Casa anche nel sito dell’autore.

Ti potrebbe interessare…